Mostra Fotografica di Eva Tenan: Squadra Veneto 24, una missione polesana

Nell'ambito dell'Ottobre Rodigino si terrà una mostra fotografica tematica di Eva Tenan dal titolo:

“Squadra Veneto 24”: storia di una missione polesana"

Sala Gran Guardia, Via Cavour 1 - Rovigo

dal 28 al 31 ottobre 2018 dalle ore 10.00/12.00 e 15.30/20.00

Inaugurazione domenica 28 ottobre ore 18.00 

Verrà proposto un viaggio fotografico attraverso le persone, gli sguardi, i luoghi incontrati dalla “Squadra Veneto24”, costituita dai componenti Giovanni Santi (capo squadra), Eva Tenan, Francesco Chiarello, Luca Chinaglia, Steve Azzalin.

 

La squadra “Veneto24”, composta da ragazzi Scout Settore Emergenza e Protezione Civile AGESCI zona di Rovigo, ha preso parte alla missione umanitaria nella tendopoli dei terremotati di colle di Roio, durante l’episodio sismico avvenuto nel maggio del 2009.

 

Eva Tenan ideatrice della mostra ha lavorato alla costruzione delle tende e delle aree comuni, al miglioramento del comfort e al sostegno morale e psicologico delle persone ospitate.

 

In questa esposizione sottolineiamo la produzione degli scatti in analogico.



L'autore della mostra: Eva Tenan

Eva Tenan è nata a Padova nel 1977; vive tra Padova e Rovigo, dove abita.

A Rovigo ha frequentato il liceo scientifico “P. Paleocapa” a indirizzo linguistico; ha poi avuto modo di sviluppare la sua curiosità scientifica frequentando la Facoltà di Ingegneria dei Materiali presso l’Università di Padova, e dedicandosi poi successivamente all'innovazione di prodotto. Attualmente lavora a Padova presso Galileo Visionary District, come project manager nel campo dei materiali e trasferimento di tecnologia.

Nuotatrice da sempre ha insegnato nuoto per molti anni; ama molto lo sport in generale e in particolare lo

sci. Coltiva la passione per la poesia, ama la pittura, la fotografia e la scultura in creta.

Precedentemente ha esposto fotografie presso Palazzo Gran Guardia di Rovigo (3-18 Aprile 2010) e presso UOLL di Firenze, curando un progetto sviluppato in collaborazione con il reparto di Oncoematologia pediatrica di Padova e il Meyer di Firenze.