Irma Paulon, l'artista italiana dal cuore rodigino

Quando è il Cuore a guidare le passioni si ottengono grandi risultati.

E' così almeno nell'arte, quella di Irma Paulon, rodigina doc che ha fatto della sua ricerca interiore un'espressione artistica diventata lavoro e conseguentemente successo!

E così si firma.

 

: : : :

Un'Artista

Tutto nasce quando si segue l'istinto, quando ci si scrolla di torno le paure, le insicurezze e ci si lascia trasportare alla ricerca di se stessi, un'espressione e un viaggio che ogni artista più grande ha sempre intrapreso.

A volte possono essere momenti, accadimenti, bisogni, necessità che hanno in comune qualcosa che ha a che fare con il nostro io interiore, quasi un istinto che ad un certo punto emerge e a volte prevarica. E così che un espressione può trasformarsi in opera e diventando sfogo come una passione cresce e si evolve fino a diventare compiuta. Da qui si dice che l'arte è un espressione.

Quando e Come nasce l'arte di IRMA PAULON

• Il MOMENTO

Tutto iniziò in un momento particolare nel 2003, a volte la vita è così, si presenta come un estraneo e ti mette in discussione.

Dalla sua prima tela, l’incessante ricerca di tecniche  la porta a cimentarsi in varie forme di arte applicata in cui saggia la versatilità delle materie prime per piegarle alla sua visione. 

A maggio 2004 Irma si avvicina alle filososie orientali e come inizio è stato l'armonia dei chakra  (i sette centri energetici dove scorre l'energia nel nostro corpo), e da quel momento inizio' la ricerca interiore, le sue compagne di viaggio sono state le tele.

Pensate che il suo primo allestimento fu nel settembre 2004 al Caffè Nazionale a Rovigo e poi a dicembre 2004 la prima mostra al Caffè Forum sempre a Rovigo.

Da lì al 2005 mostre collettive e arte fiera è stato tutto molto veloce e non si è più fermata!

 

"Le cose succedono quando siamo pronti"

 

_"La ricerca è la mia compagna di viaggio afferma, quello che scaturisce tutto può essere un suono, un odore, un luogo, una persona.

Ricerco me attraverso le mie emozioni"._

Abbiamo voluto porle una domanda per essere anche d'aiuto a chi si accinge all'arte come artista.

 

D: Cosa consigli?

R: Di esprimere se stesso senza pensare e di lasciarsi condurre dalla voce interiore.

Tanti mi chiedono io non riuscirei mai a fare quello che fai tu che passi dalle installazioni, dipinti, oggetti e gioielli e poi al recupero.

Rispondo che tutti abbiamo talenti basta solo tirarli fuori e che non necessariamente può essere la pittura ecc.. quante cose si possono fare e inventare.

E invece per la maggiore rimangono situazioni inespresse dove le risposte sono: vorrei ma non posso e  non ce la faccio.

Se ognuno esprimesse se stesso ci sarebbe gente più felice e appagata in giro. Nel mio percorso ho fatto laboratorio creativo con l'Associazione Oncologica San Bassiano per qualche mese, andavo una volta alla settimana, ed è stata una delle esperienze più belle della mia vita... ricordo ancora quando la Presidente dell'Associazione mi cercò, e mi son detta se: questa esperienza mi è arrivata vuol dire che sono in grado di affrontarla!

• LA SUA ARTE

Artista poliedrica per vocazione, crea opere, installazioni e gioielli, coinvolgendo la materia come la resina, i fili di acciaio, i fiori, il legno, vetro, metallo, plexiglass, pigmenti, colori, pietre dure e tessuti.

In Polesine, ancestrale terra d’origine, trascorre anni a sperimentare e studiare.

 

La resina è l'elemento nel quale trovo il mio significato più profondo.

La plasmo e la modello.

Rifletto la luce e le sue ombre.

Inserisco elementi che possono dare nuova vita a ciò che, già, è vivo.

 

La costante ricerca artistica tra Equilibrio e Bellezza passa attraverso il contatto con la materia nelle sue diverse forme. Bellezza come espressione di qualcosa che sia davvero un valore aggiunto. La sua arte è parte integrante dei luoghi nei quali si inserisce e diventa parte integrante delle persone che la indossano. Un connubio fatto di sinergie e di emozioni perchè nulla avviene per caso. La mia arte è fluida e allo stesso tempo adattabile.

Nel 2010, anno in cui l’artista viene scelta  per allestire il parco di Casa Malipiero ad Asolo, nasce il progetto “Arte e scenografia in parchi e giardini” e si ferma in quel borgo per cinque anni.

Da quel preciso istante il progetto dell’artista si evolve.

La sua anima incrocia l’ameno parco dell’Isola di San Servolo immerso nella laguna veneziana, il parco di Villa Freya Stark ad Asolo, il giardino del Ca’ Nigra Resort sul Canal Grande, lungo un cammino inarrestabile volto alla consapevolezza e alla conoscenza di sé e dei luoghi. A fine 2015 si trasferisce a Venezia.

Dal 2015 Irma inizia a collaborare con aziende importanti impegnate nella trasmissione di valori concettuali legati al mondo dell'arte, nel 2017 viene scelta da  Amorim Cork Italia, per la quale realizza l'opera La Forza. 

Nel 2017 i suoi gioielli sono  stati scelti ai book shop di: 

  • Palazzo Reale Milano
  • Museo della Permanente Milano
  • Palazzo Ducale Genova
  • Palazzo Roverella Rovigo
  • Villa Valmarana ai Nani Vicenza

Prossimamente a Maggio 2019 parteciperà ad un progetto in occasione della Biennale e sempre per 2019 è stata inserita nel volume "Donne Serenissime", per la città di Rovigo, che sarà presentato con una mostra espositiva in luogo veneto ancora da definire.

Per maggiori informazioni e richieste:

Irma Paulon

Santa Croce, 808

VENEZIA

 

www.irmapaulon.com

Mob. + 39 340 6402443



Fluide Trasparenze

_Abbiamo partecipato al sua ultimo evento

"FLUIDE TRASPARENZE" che si è tenuto presso la splendida location del 1500 di Villa Cagnoni Boniotti,

[villa veneta convertita in attività B&B ideale per convegni, matrimoni ed eventi culturali vedi link ]

in quel territorio della campagna polesana a Gognano di Villamarzana alle porte di Rovigo, poco distante dal paese originario di Irma che è Arquà Polesine.


La serata "Fluide Trasparenze" è nata una sera parlando con le amiche Enrica Voltan e Alessia Tegani.

Facciamo una serata dedicata alla luna e all'acqua!

Si ok e dove? Enrica ha contattato Margherita Viaro per il giardino di Villa Cagnoni Boniotti, abbiamo preso appuntamento e quando ci siamo viste ci conoscevamo già da diversi anni. Ci siamo perse di vista e ci siamo ritrovate. Già prima dell'appuntamento ho sentito che dovevo fare l'evento lì e le cose nel giro di qualche giorno si sono incastrate perfettamente.

La serata ha visto presentare la nuova collezione Coralli Estate 2018, cuori di sale e coralli ma anche trasparenze, ciondoli, confezioni regalo, borse e accessori da portare e vivere.

Energia vitale e Armonia del Cuore esposte e contornate dalle atmosfere e suoni di Paola Magosso (Arpa), dal gusto di Soccorsa Littero (Pasticceria Se Dici’, di Ro Ferrarese) e dal sapore dell’Azienda Agricola Biologica Maso Martis di Trento, rappresentata da Maddalena Stelzer, con la quale collabora dal 2015.

Foto Collezione: © Alessia Tegani

Reportage: © Loris Slaviero